“O ci sei. O ci devi essere.”

salone-del-mobile-2016

salone 2016O ci sei o. O ci devi essere.” Con questo slogan si presentava il 55° Salone del Mobile di Milano; fino all’ultimo momento incerta sulla mia presenza, devo dire che la curiosità di vedere Milano in quei giorni è stata più forte di me. Erano anni che non ricordavo cosi tanta affluenza in fiera tra i padiglioni, forse in qualche stand fin troppa quasi da scoraggiarti ad entrare. Nonostante la folla, il mal di piedi e i soldi spesi, è comunque sempre una bella esperienza che merita di essere fatta.

 

Partita con l’intento di scovare le novità dell’anno e invece con mia grande sorpresa, l’innovazione è stata la sostituzione del total white degli ultimi anni con un uso smodato del legno naturale chiaro o scuro che sia. All’inizio del mio tour devo dire di essere rimasta un po’ scettica ma poi andando avanti nella visita nonostante i colori un po’ scuri, le calde atmosfere che solo il legno sa dare mi hanno conquistato. Ci troviamo catapultati in uno stile industrial, l’uso del legno abbinato spesso al metallo e alla pietra; i piani a cui eravamo abituati negli ultimi anni (quarzo, okite, corian) vengono sostituiti da pietre naturali, marmi o agglomerati di marmo.

Comunque l’innovazione più grande è indubbiamente quella della tecnologia in cucina. In questi ultimi anni sono stati fatti passi da gigante; forni a vapore che si puliscono da soli, piani a induzione che possono moltiplicare i punti di cottura, elettrodomestici che si accendono con lo smartphone..Sarà la moda della cucina degli ultimi anni, un attenzione in più al benessere e al mangiar bene ma anche i più popolari chef si sono prestati alla presentazione dei nuovi prodotti.

showcooking-electrolux-Ernst-Knam

Sicuramente non saranno alla portata di tutte le tasche, ma sognare non costa niente!!

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *