The New Surface – nuove superfici per l’arredo

All’inizio il progetto e in seguito la realizzazione degli interni o di un oggetto, per conquistare un cliente devi suscitare un emozione e potrà essere positiva o negativa, l’importante è creare stupore, curiosità, a questo punto potremo trovare la soluzione giusta. Penso che in arredamento ci sia rimasto poco da inventare ma tanto da rivisitare e rimodellare, per questo si è visto dare una nuova vita anche alle semplici superfici ” THE NEW SURFACE”.

MOVE

 

 

Sono nuovi pannelli con superficie a rilievo. Possono essere impiallacciati in qualsiasi essenza, nobilitati con carta o poliestere in vari colori. Sono adatti sia alla produzione di antine che pannelli per porte. Non rimane altro che scegliere tra colori, essenze e finiture e potrai avere il tuo progetto personalizzato e unico. C’è addirittura la possibilità di personalizzare il rilevo della superficie con un proprio disegno.

 

 

esempio utilizzo pannello per rivestimento parete

esempio utilizzo pannello per rivestimento parete – www.lathocomponents.it

 

move R

esempio applicazione anta cucina – www.lathocomponents.it

 

move C

Esempio applicazione su ante di armadio –  www.lathocomponents.it

 

E se al posto di una sensazione tattile se ne preferisse principalmente una visiva??..non ci sono problemi potremo tranquillamente usare queste superfici decorative in legno composto. Sono impiallacciature precomposte che permettono di realizzare mobili, porte, pavimenti e complementi di arredo, con una nuova dimensione creativa. ( www.alpi.it)

alpi

tranciati ALPIlignum-ALPIkord

 

ALPIlignum - intarsio www.alpi.it

ALPIlignum – intarsio www.alpi.it

ALPIlignum naif - www.alpi.it

ALPIlignum naif – www.alpi.it

designwood - progetto di una porta

design WOOD – progetto di una porta

 

 

 

“O ci sei. O ci devi essere.”

salone-del-mobile-2016

salone 2016O ci sei o. O ci devi essere.” Con questo slogan si presentava il 55° Salone del Mobile di Milano; fino all’ultimo momento incerta sulla mia presenza, devo dire che la curiosità di vedere Milano in quei giorni è stata più forte di me. Erano anni che non ricordavo cosi tanta affluenza in fiera tra i padiglioni, forse in qualche stand fin troppa quasi da scoraggiarti ad entrare. Nonostante la folla, il mal di piedi e i soldi spesi, è comunque sempre una bella esperienza che merita di essere fatta.

 

Partita con l’intento di scovare le novità dell’anno e invece con mia grande sorpresa, l’innovazione è stata la sostituzione del total white degli ultimi anni con un uso smodato del legno naturale chiaro o scuro che sia. All’inizio del mio tour devo dire di essere rimasta un po’ scettica ma poi andando avanti nella visita nonostante i colori un po’ scuri, le calde atmosfere che solo il legno sa dare mi hanno conquistato. Ci troviamo catapultati in uno stile industrial, l’uso del legno abbinato spesso al metallo e alla pietra; i piani a cui eravamo abituati negli ultimi anni (quarzo, okite, corian) vengono sostituiti da pietre naturali, marmi o agglomerati di marmo.

Comunque l’innovazione più grande è indubbiamente quella della tecnologia in cucina. In questi ultimi anni sono stati fatti passi da gigante; forni a vapore che si puliscono da soli, piani a induzione che possono moltiplicare i punti di cottura, elettrodomestici che si accendono con lo smartphone..Sarà la moda della cucina degli ultimi anni, un attenzione in più al benessere e al mangiar bene ma anche i più popolari chef si sono prestati alla presentazione dei nuovi prodotti.

showcooking-electrolux-Ernst-Knam

Sicuramente non saranno alla portata di tutte le tasche, ma sognare non costa niente!!